Born to be Bookahoilc :D

Books, books, books and some more books.
La Versione DI Barney (Italian Edition) - Mordecai Richler E ora che mi è toccato farmi mettere un'anca in vera plastica, non sono nemmeno più biodegradabile. Gli ambientalisti mi negheranno il diritto alla sepoltura.La prima volta con Barney è stato odio puro, mescolato a un forte tedio e insofferenza.. Ero convinta di essere arrivata almeno a pagina cento e di aver poi abbandonato il tutto.. Ma i fatti citati in quelle pagine mi erano del tutto oscuri, quindi ne ho dedotto di aver mollato ben prima.. Il mio consiglio per chi si appresta a leggere Barney (e ne ha sentito di tutti i colori), di tener duro per le prime 50/80 pagine: sono un po' noiose, con taaaanti nomi e assolutamente dispersive. Appena però si entra nella testa di Barney, coi i suoi mestoli e i Sette nani, non è più possibile staccarsene. Io mi accorgevo, nei momenti in cui ero impossibilitata a leggere, vuoi perché ero in giro o perché ero troppo stanca, che Barney mi mancava quasi fosse una persona reale.. Quasi lui fosse la mia Miriam. Superficialmente, Barney è cattivo, stronzo, scorretto, un ubriacone.. Ma leggendo di lui, si scopre il suo lato tenero, dolce, malinconico e ferito. Il tutto ovviamente condito di un'ironia che non ritenevo quasi possibile esistere.. Sorprendente! La seconda signora Panowski è un personaggio fenomenale: ho adorato letteralmente i sogni che la mattina raccontava al marito, preso dal leggere il giornale sportivo sui suoi amati Canadiens ("Stai leggendo il giornale!"), ma soprattutto le sue chiamate alla mamma. Lì mi ha fatto morire, penso che le avrò rilette almeno tre volte!! Averlo ripreso in mano, finito e apprezzato mi dà un tale senso di benessere e felicità.. ç_ç Barney, grazie!!

Currently reading

I Know This Much Is True
Wally Lamb
Canne al vento
Grazia Deledda, Angela Cerinotti
Corso di arabo contemporaneo
Olivier Durand
L'Esilio del Re - The Chronicles of Wendells
Alessandra Paoloni, Elisabetta Baldan