Born to be Bookahoilc :D

Books, books, books and some more books.
Carrie - Stephen King "Nel 1974 Tabitha, la moglie di Stephen King, ritrova il manoscritto di Carrie, e riesce a farlo pubblicare."Tab, seriamente, potevi pure evitarcelo. Ti avremmo voluto bene uguale. Largo circa.Inizia e termina con "Carrie" il mio super buon proposito di leggere un libro di King al mese (l'ho sparata grossa, questa volta, nel darmi obiettivi libreschi! :D). In realtà dentro di me me lo sentivo, ma come si dice dalle mie parti.. La speranza è l'ultima a morire!Per di più doveva mettermi in avviso il fatto che avessi letto una serie di libri bellissimi da 5*.. La botta doveva arrivare, prima o poi..Niente, una patina di insofferenza mi ha inglobato e non sono riuscita ad uscirne fino a che non ho terminato il libro..Il problema definitivo e incorreggibile è che al di là delle storie che possono essere più o meno interessanti, detesto il modo di scrivere dell'autore. Mi fa venire un sonno pazzesco, e spesso sono stata lì lì per finire in uno stato comatoso irreversibile: mi coinvolge di più guardare le formiche che si fanno un mazzo tanto per trasportare le molliche alla loro tana.. Sarò un caso patologico? :DODIO cordialmente tutte le interruzioni che King fa inserendo il POV del protagonista preso in esame. O mi parli in terza persona O mi parli in prima, smettila di confondermi!A parte ciò, che in realtà è responsabile all'80% di una brutta lettura, c'è il fatto che King non ama i suoi personaggi. O meglio, li odia proprio! Non capisco tutto questo accanimento.. Secondo me deve sublimare qualche evento traumatico della sua vita e per fare ciò se la prende con personaggi fittizi, odiandoli a morte e conducendoli a destini disgraziati.. Già me lo vedo mentre scrive nel suo studio: Sguardo malefico, risata diabolica e una soddisfazione quasi orgasmica quando (STILE DEUS EX MACHINA) manda sui suoi personaggi una sciagura dopo l'altro.E qui devo necessariamente introdurre una malcelata verità che riguarda me e King: mi fa antipatia solo sentire il suo nome.. Quindi sì, probabilmente non sono oggettiva mentre leggo i suoi libri.. Ma è un sentimento che trascende l'umana comprensione, credo! :DQuel genere di antipatia che ti fa venire il tic all'occhio, per capirci.Poi non so, ma tutti continuano a spacciarmi King come maestro dell'horror, ma io non riesco a comprendere.. La telecinesi NON è horror! E se fossi stata Carrie, avrei agito alla stessa maniera.L'unica persona che mi ha intenerito oltre a Carrie (seriamente, non si può trattare così un protagonista!) è stato Tommy.. C'era del buono (forse pure troppo) in lui, mi ha pianto un pochino il cuore..

Currently reading

I Know This Much Is True
Wally Lamb
Canne al vento
Grazia Deledda, Angela Cerinotti
Corso di arabo contemporaneo
Olivier Durand
L'Esilio del Re - The Chronicles of Wendells
Alessandra Paoloni, Elisabetta Baldan