Born to be Bookahoilc :D

Books, books, books and some more books.
Zombie Island - David Wellington, Silvia Montis Ci sarà pur stato un motivo se non ho mai giocato a Resident Evil, dopotutto! Iuuu, che impressione! I morti viventi sono esseri schifosi, c'è poco da fare.. E per di più pire tonti! :D Non è sicuramente un libro che vincerà il Nobel, anzi..!! Ma come piccolo intrattenimento ci può stare! (Anche se è un'opera estremamente splatter e trashissima.. :D) Una cosa che sicuramente non mi è piaciuta è lo stile con cui la storia è scritta. Insomma, è veramente imbarazzante.. Ripetizioni a go go e una sintassi etremamente elementare certo non aiutano.. Per quanto riguarda la trama, ci sono alcuni dettagli che sono un po' campati per aria e che decisamente non hanno senso.. Come ad esempio il fatto che alcuni umani morsi dagli zombie diventino morti viventi a loro volta e altri che muoiono.. Non è ben chiara la cosa, Wellington ce la butta in caciara! Dunque, ci troviamo in un'epoca post-apocalittica in cui si è diffusa l'epidemia dei morti viventi: l'unico avamposto che resiste -bene o male- è la Somalia; il protagonista ex membro dell'ONU si ritrova in queste terre e per sopravvivere deve portare le medicine per l'AIDS al capo (anzi capa) del luogo. E visto che in Africa non è rimasto più niente, vanno a New York, completamente in balia dei mostri. Incontrano Gary, un ex medico che è diventato volontariamente uno zombie (come ha fatto non è dato sapere.. Abbiate fiducia nelle cose inspiegabili! :D) ma ha mantenuto le sue capacità intellettuali. Il grave errore del protagonista e della sua scorta? Sparare in testa al povero Gary, solo perché lui ha mangiato il comandante.. da qui in poi vengono inseriti elementi a dir poco fantascientifici (anche considerando il genere, sono poco credibili!) che risollevano le sorti dei poveri zombie scemi, i quali si organizzano in un esercito guidato da una mummia ex-druido (... Ebbene sì, ci sono anche le mummie che vengono tirate fuori dal MET.. ._.) e poi da Gary. INUTILE DIRE CHE SONO UNO PIU' SCIROCCATO DELL'ALTRO! Il protagonista, il cui nome rimarrà un'incognita perché non riesco a ricordarlo dopo averlo letto mille volte, è cretino, povero. Insomma, fa una serie di idiozie esemplari che lo porterebbero direttamente nella tomba se non ci fosse l'eroe di turno a salvarlo.. Insomma, fosse stato per lui, sarebbe morto a pagina 5, come minimo!!La parte che mi è piaciuta di più è il finale. Il colpo di scena che ci voleva.. Questo gli ha fatto conquistare la mezza stellina in più!!

Currently reading

I Know This Much Is True
Wally Lamb
Canne al vento
Grazia Deledda, Angela Cerinotti
Corso di arabo contemporaneo
Olivier Durand
L'Esilio del Re - The Chronicles of Wendells
Alessandra Paoloni, Elisabetta Baldan